Studio di Fisioterapia KYROS
Studio di Fisioterapia KYROS

Curarsi con il miele

Il dolce dono delle api non è solo un concentrato di gusto, ma anche un alimento dalle numerose proprietà terapeutiche

In una grotta rupestre chiamata “cueva de arana”, nei pressi di Valencia (Spagna), si può ammirare un graffito emblematico che risale a circa 7000 anni fa. Ritrae un uomo circondato da api, mentre cerca di infilare una mano in un tronco per raccogliere un favo. Fin dalla preistoria, l'uomo ha apprezzato ed utilizzato il miele.

In India, la medicina Ayurvedica, già 3000 anni fa, ne aveva preso in esame non solo le proprietà alimentari ma anche quelle “terapeutiche”, e il dolce alimento veniva utilizzato anche come vermifugo, cicatrizzante, dissetante, refrigerante, tonico, depurativo. In ambito europeo sono i Greci, con Ippocrate (intorno al V-IV sec. a.C.), i primi ad utilizzare unguenti a base di miele. Plinio il Vecchio, nell'Antica Roma, lo raccomandava per la cura delle piaghe, miscelato con olio di fegato di merluzzo. E' solo dal Medioevo però, che negli orti dei monasteri si cominciano ad allevare api per la produzione di miele da impiegare come alimento e per preparare medicamenti per uso esterno ed interno.

COSA C'E' NEL MIELE?
Innanzitutto zuccheri semplici (glucosio e fruttosio) e, in percentuale minore, saccarosio, maltitolo, destrine. Gli zuccheri ne rappresentano circa l'80%. Circa il 17% è invece rappresentato da acqua. Il resto è costituito da amminoacidi essenziali, acidi organici, vitamine del gruppo B e vitamina C, sali minerali. In più sono presenti sostanze antibiotiche e lieviti.

TANTI POLLINI, TANTI MIELI DIVERSI
Le caratteristiche del miele sono diverse, a seconda del polline raccolto dalle api.
Il miele può presentarsi chiaro, trasparente, scuro, ambrato, di consistenza fluida o semisolida. Il colore dipende dalla quantità di minerali presenti: più è elevata più scuro è.
Il sapore è dato dal tipo di fiore prevalente, mentre la consistenza è determinata dal contenuto di acqua, dal rapporto tra glucosio e fruttosio e dalla temperatura.

Ovviamente ogni caratteristica porta con se benefici diversi:

 

  • Miele di acacia

Trasparente, liquido, di sapore delicato.
Le sue proprietà: è tra i più consumati perchè è il più adatto per chi segue diete per il controllo del peso e per i diabetici perchè ricchissimo di fruttosio.

Ottimo per: disintossicare il fegato.
 
  • Miele di castagno
Scuro, dal sapore e odore intensi, di consistenza piuttosto fluida.
Le sue proprietà: è ricco di tannini, di ferro e vitamina P.
Ottimo per: bambini ,anziani, convalescenti, grazie alle sue proprietà antianemiche e ricostituenti.

 
  • Miele di agrumi

Quasi bianco e semisolido, ha il profumo intenso degli agrumi.
Le sue proprietà: è antispasmodico, rilassante e ansiolitico.
Ottimo per: combattere l'insonnia, gli stati d'ansia, l'eccitazione nervosa e le somatizzazioni a livello gastroenterico.

  • Miele di eucalipto

Colore scuro e dal profumo intenso.
Le sue proprietà: quelle antiasmatiche, antibiotiche e anticatarrali.

Ottimo per: sconfiggere raffreddori. Molto valido anche come antisettico di stomaco, intestino e vie urinarie.

  • Miele di tiglio

Dal colore giallo chiaro o ambrato scuro, e dal profumo aromatico.
Le sue proprietà: è diuretico, sedativo, digestivo.

Ottimo per: dolori mestruali. Aiuta anche in caso di emicrania, insonnia e raffreddore.

  • Miele di timo

Ambrato, rossastro e con profumo e sapore piuttosto forti.
Le sue proprietà: antisettico, balsamico e ricco di vitamina C.

Ottimo per: fluidificare il catarro e facilitarne l'eliminazione.

  • Miele millefiori

Le sue caratteristiche cambiano a seconda dei fiori, ma solitamente è un miele scuro e piuttosto denso.
Le sue proprietà: è ricco di minerali.
Ottimo per: aiutare a sconfiggere malattie da raffreddamento, febbre, influenza.

  • Miele di Sulla

Dal colore bianco e dalla consistenza semisolida.
Le sue proprietà: ha un notevole contenuto di glucosio, è diuretico, depurativo per il fegato e ricco di vitamina A, B e C.

Ottimo per: gli sportivi, soprattutto. L'azione depurativa sul fegato può aiutare dall'interno la pelle: da consumare, quindi, se soffrite di pelle impura o acne.

  • Miele di tarassaco

Chiaro, dal profumo acre e dal sapore intenso.
Le sue proprietà: è diuretico, depurativo, digestivo.

Ottimo per: avere un blando lassativo.

  • Miele di lavanda

Dal colore chiaro e dal profumo delicato.
Le sue proprietà: riequilibrante, rilassante e cicatrizzante.

Ottimo per: fornire un supporto in caso di malattie dell'apparato respiratorio, da usare anche contro i vermi nei bambini.

  • Miele di rosmarino

Ambrato chiaro e piuttosto solido come consistenza.
Le sue proprietà: disintossicante, ricostituente, antibatterico, stimolante gastrico.

Ottimo per: disintossicare fegato, reni e intestino.

  • Melata

La melata non è ottenuta dal polline dei fiori, ma dalla trasudazione della linfa di alcuni alberi, o dalla produzione di un liquido zuccherino da parte di afidi e cocciniglie.
Le sue proprietà: è ricco di sali minerali ed è altamente energetico.

Ottimo per: sportivi e convalescenti.

 

MIELE E DIABETE

Chi soffre di diabete non riesce ad utilizzare gli zuccheri presenti negli alimenti a causa di una carenza assoluta o relativa di insulina, lasciandoli in circolo nel sangue e determinando così un conseguente aumento della glicemia. E' una patologia subdola che per anni non da disturbi, ma agisce in maniera silente e può compromettere retina, rene e nervi periferici. I pazienti diabetici devono fare molta attenzione all'alimentazione, soprattutto per quanto riguarda zuccheri e carboidrati, che devono essere assunti seguendo specifiche regole nutrizionali. Anche il miele rientra tra gli alimenti da assumere con grande attenzione, perchè contribuisce ad aumentare la glicemia. Il miele di acacia, in misura limitata, può essere utilizzato da pazienti affetti da diabete leggero, per la sua ricchezza in fruttosio, uno zucchero che l'organismo riesce ad assimilare, senza richiedere produzione di insulina.

 

(Tratto da “Bio Magazine” - Aprile 2015)

Il nostro indirizzo:

Studio di Fisioterapia KYROS
Via Concordia, 3
36024 Nanto (Vi)

Tel e Fax  0444/639986

Cell 351 807 0837

fisioterapiakyros@gmail.com

Riprendono i nostri

SABATO RELAX

Terzo

appuntamento

SABATO

4 GENNAIO

2020

 

Per maggiori info

clicca qui

NOVITA' !!

 

Oltre al numero fisso, potete contattarci anche tramite

numero di cellulare e whatsapp:

 

351 807 0837

Grazie alle conoscenze approfondite e all'estrema competenza nel settore, i collaboratori dello Studio di fisioterapia KYROS sono il riferimento che cercate per la vostra salute. Per saperne di più, consultate la nostra pagina informazioni.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Studio Associato KYROS Via Concordia 3 36024 NANTO CF/P.IVA: IT04105860243 Privacy Policy